1 Luglio 2021

Lista di cose di comunicazione da fare in vista dell’estate

Qui da Zandegù non siamo molto fan delle pulizie di primavera, ma lo siamo di brutto delle pulizie di luglio. Vai a capire perché!

Solitamente è un mese in cui il lavoro rallenta un pochino e quindi riusciamo a fare tutte quelle attività che avevamo rimandato da gennaio in avanti.

Non sono attività di poco conto, perché aiutano a tenere la casa del nostro business sempre aggiornata e ordinata. Se gli amici ti vengono a trovare e tu non ha pulito i vetri negli ultimi 7 mesi, ti assicuro che: a) non fai bella figura; b) non passa tanta luce dentro.

Se anche a te il lavoro rallenta, in queste settimane pre-ferie (che mi auguro farai ovviamente!), puoi approfittarne per “copiarci” e mettere in atto alcune cose che stiamo facendo proprio noi Zandezii.

Che dici: partiamo?

Riorganizzare le tue Stories in evidenza

Cose da fare:

  • controllare che siano ancora tutte valide;
  • eliminare in toto quelle vecchie e poco utili;
  • aggiornare quelle incomplete: per esempio noi non abbiamo aggiornato quella sui nuovi ebook e mancano le ultime uscite;
  • rinnovare completamente quelle evergreen ma che, per vari motivi, hanno un look o informazioni che non ci rappresentano al 100%: per esempio noi rifaremo quella sul Chi siamo;
  • creare ex novo quelle che mancano: per esempio, noi inseriremo le consulenze per freelance e aziende che ora sono assenti, ma sono ormai il cuore del nostro lavoro.

Sistema le categorie del tuo blog

Cose da fare:

  • verificare che non siano rimaste le stesse del 2008, quando hai aperto il blog;
  • ripensarle in un’ottica di UX: cosa cerca il tuo lettore quando approda sul blog? Quali parole chiave possono aiutarlo a scegliere cosa leggere? Ricorda che le categorie non aiutano te, aiutano il lettore;
  • scegline, se senti che è il caso di cambiarle o anche solo dar loro una sistematina, tra le 4 e le 7 (dipende quanto sono vasti i temi trattati nel tuo blog: meno categorie hai più sarà semplice la navigazione);
  • a quel punto collega gli articoli alle rinnovate categorie.

Elimina i blog post vecchi o rinnovali

Cose da fare:

  • cancella i blog post che sono datati o non c’entrano nulla col tuo business: noi ne avevamo decine su eventi libreschi fatti nel 2013. Belli per ricordarci cosa abbiamo fatto in tanti anni, ma che senso ha tenerli per il lettore attuale? Fai come Marie Kondo e schiaccia Delete o Cancella senza pensarci troppo. Al massimo li salvi su una cartella per farne un archivio tuo;
  • rinnova i post che trattano temi ancora validi oggi: aggiungi nuove informazioni che hai imparato negli anni, aggiorna i dati, cambia gli eventuali link (se non funzionano), arricchiscili;
  • questa attività di pulizia del blog è chiaramente molto lunga e complessa. Puoi però decidere di spezzare il lavoro in varie fasi e, magari, entro la fine dell’anno avere il blog completamente a posto, aggiornato e rappresentativo del tuo brand;
  • altri consigli su un business blog che spacca li trovi su From the blog di Valeria Fioretta.

Saluta chi non legge la tua newsletter

Cosa fare:

  • lo so, hai fatto più fatica tu a ottenere quei 100 iscritti alla newsletter che Di Caprio a vincere un Oscar, però tenersi dei pesi morti che ti leggono non ha senso. Ti costano: più iscritti hai, più il tuo piano di email marketing sale di prezzo; e falsano le tue statistiche di apertura/lettura al ribasso: quindi è tempo di fare pulizia!;
  • manda un’ultima campagna, targettizzata al segmento che non ha aperto la tua newsletter negli ultimi tempi o rispetto agli ultimi invii (es: la mandi ogni mese? A chi non ha mai manco aperto le ultime 6). Occhio a non inserire in questo segmento i nuovi iscritti (a quelli diamo il beneficio del dubbio!);
  • in questa campagna scrivi qualcosa cosa tipo: “Ehi, non mi leggi mai. Ho fatto qualcosa di male? Non ti interesso più? Clicca qui sotto per dirmi che vuoi rimanere ancora con me, sennò tra una settimana ti disiscrivo direttamente io”;
  • chi non avrà cliccato sul pulsante poi lo cancelli senza pietà e avrai una newsletter più snella e utile. Noi lo facciamo tutti gli anni, proprio in questo periodo, e lasciamo sempre andare centinaia di persone (una volta 700!). È un po’ strano, ma preferiamo pagare Mailchimp solo per chi è davvero interessato a quello che scriviamo con tanta fatica;
  • se vuoi approfondire il tema della pulizia delle liste, trovi molte informazioni nel libro Caro amico, mi iscrivo di Nicole Zavagnin.

Pianifica i tuoi canali

Cosa fare:

  • quando si rallenta è il momento ideale per ragionare sul futuro della tua comunicazione.
  • prendi un bel calendario, magari il nostro che è perpetuo e gratuito, e inizia a decidere i momenti di vendita da settembre a dicembre.
  • scegli anche quelli di sconto/promozione;
  • decidi i contenuti di vendita;
  • poi ragiona sui contenuti utili/educativi che pubblicherai sul blog, o sulla newsletter, o sui social;
  • e infine sui contenuti adatti a intrattenere i tuoi lettori;
  • fai un bel mix variegato che scrivi a calendario. Prima scrivi a matita e poi, quando sei soddisfatt*, usa un pennarello di colore diverso per ogni canale;
  • crea un insieme di contenuti sostenibile per te: inutile programmare 10 blog post al mese se realisticamente ne puoi scrivere solo 2;
  • infine, da settembre, mettiti all’opera e rispetta il calendario che hai preparato a mente lucida.

Fatto?

Scherzo! Lo so che ti ho dato mille spunti, ops!, compiti! Però sono tutte cose davvero molto utili. Anche se ne farai solo una, è già un bel passo avanti verso una comunicazione più aggiornata, chiara e professionale!

E tu? Da quale di queste attività vuoi partire? Le fai mai queste “pulizie” estive? Faccelo sapere!

Altri articoli consigliati per te